domenica 28 febbraio 2010

"Molle" con le sarde

Era già da un pò di tempo che
il mio tenero maritino mi chiedeva
di preparargli la sua pasta preferita! 
Per la verità stavolta l'ho fatto un pò penare,
in genere non lo faccio mai,
cerco di assecondare le sue richieste, ma stavolta...
per mille motivi e nessuno in particolare,
ho rimandato per un pò la preparazione di questo piatto,
sapete quando uno non trova l'ispirazione?! Eh, così!
Ma poi l'ho fatta eh,
(anche se sono stata tentata di rimandare ancora,
perchè mi mancava il finocchietto selvatico,
ma poi ho lasciato perdere, 
altrimenti davvero non la facevo più sta pasta)!
Va bè... Ho messo il basilico per guarnire,
non l'abbiano a male i siciliani DOC!
Commento del marito con piatto in tavola...
(con tanto di faccetta goduta):
"Amore, oramai non ci speravo più!!! Grazie!" 
E il pupo trenne:
"Compimenti mamma, cei plopio una blava fuoca!!!"
mi ha fatto morir dal ridere!!
Ed ora finalmente.. eccovi la ricetta
Io seguo la classica versione siciliana, che prevede:

Ingredienti:

1/2 kg di sarde pulite e diliscate 
50 gr di uvetta ammorbidita in acqua tiepida
50 gr di pinoli
1 bustina di zafferano
una cipolla
olio sale e... finochietto selvatico appunto!


Istruzioni per il sapiente uso degli ingredienti:

Fate appassire la cipolla con un pò d'olio,
poi aggiungete le sarde (e se necessario ancora un pò d'olio),
avendo cura di rigirarle spesso perchè devono spappolarsi!
Soffriggetele per  una decina di minuti circa,
poi aggiungete pinoli, uvetta e zafferano
ed amalgamate bene il tutto.
Io ho sfumato con un pò di zibibbo,
altrimenti potete usare del vino bianco.
Infine si dovrebbe aggiungere il finocchietto selvatico,
(che però io non ho usato visto che non l' avevo in casa).
Comunque, fatelo prima lessare in acqua poco salata ed infine,
dopo aver scolato la pasta, guarnite il vostro bel piatto.
Buon appetito!
E questo è stato il mio risultato: 




Buona buona e buon appetito anche a voi!

sabato 13 febbraio 2010

Pensieri speciali...


Anche se con un pò di ritardo ci tenevo a pubblicare questo post!
Le foto delle mie creazioni natalizie!
Già da quando eravamo fidanzati io e Luca (mio marito) abbiamo scelto di regalare agli amici qualcosa fatto con le nostre mani e oramai è una TRADIZIONE!

martedì 9 febbraio 2010

Torta di carote

Oramai per me è diventata un'abitudine, anzi: una sana abitudine direi.
Una volta alla settimana faccio una torta per la colazione di tutta la famiglia.
E attenzione...
Guai se non c'è, il mio bimbo di appena 2 anni reclama!
"Dov'è  a totta mamma?"
Oggi... una torta semplicissima, ma che trovo squisita. 
Il gusto è simile a quello delle camille del mulino bianco,
bè un pò rivisitato!
Premetto che nonostante io ami molto fare i dolci,
non amo particolarmente mangiarli,
preferisco le "torte da colazione" per intenderci...
quelle che il mio papà definirebbe, con lieve aria di disprezzo:
"da bagnare nel caffelatte"! 
Di solito però mi diverto a fare le mie piccole variazioni sul tema.. oggi ho aggiunto un bicchierino di zibibbo, l'uvetta e qualche goccia di cioccolato fondente!
Ed eccovela qui la mia torta di carote:



La ricetta è davvero semplicissima, eccola:

Ingredienti:
300 gr farina
200 gr di carote grattuggiate finemente
50 gr di mandorle tritate fini
200 gr di zucchero
2 uova
100 gr di olio
120 ml latte
una bustina di lievito per dolci


Sbattete bene i tuorli con lo zuccero, montate a neve gli albumi e teneteli da parte.
Aggiungete prima le carote e le mandorle tritate (io ho provato anche con le nocciole... squisita anche così!)  poi la farina, badando di non far grumi e da ultimo il lievito e il latte, infine gli albumi montati a neve.
Infornate per 30 minuti circa a 180°C e ... buona colazione!

martedì 2 febbraio 2010

Gara di torte da Eataly Torino

Ragazzi... Sabato pomeriggio ho partecipato alla gara di torte che si è tenuta da Eataly a Torino!
Ben inteso che non avevo certo la pretesa di vincere, ma...è anche ovvio che di certo nessuno partecipa per partecipare e insomma uno ci spera sempre no?

Eravamo 65 concorrenti, e... bè ovviamente non ho vinto io, ma guardate un pò perchè...
 


Per lo meno posso dire di aver perso con dignità no?
Di certo la mia pastiera non poteva competere con cotante: vere e proprie opere d'arte...
Bè sapete una cosa? 
Per come sono io super perfezionista (fin quasi alla paranoia) questo è stato proprio un bel pungolo... mi son detta... "E tu pensavi di esser brava?!?!!!"
Questi sì che son capolavori!
Bene, detto ciò, vi annuncio che prossimamente mi cimenterò anche io con la pasta di zucchero.
Devo troppo imparare anche io...
Yleniaaaaa...
...lei sì che è un'altra maga delle torte con la pasta di zucchero. Vero?
Ci devo provare anche io... questo è certo!
Sarà ...LA MIA PROSSIMA SFIDA!!!
Grazie Eataly per questo bel suggerimento.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

stampa il post

Print Friendly and PDF