venerdì 28 maggio 2010

Il "mio" brasato al Barolo!



Devo chiedervi una cosa, ma capita anche a voi di avere mille foto archiviate di ricette di piatti che avete cucinato da secoli e di non trovare il tempo di postarle? 
Mah, forse son solo io, avrei almeno altri 30 post in attesa, anche perchè si cucina tutti i giorni e quindi si fa presto! 

martedì 25 maggio 2010

Grissini-salatini con i semini e la cena per la Rossa!


E no, no, non mi potevo proprio perdere ;;)
questa sfida della Rossa :)...
anche se sempre in corner...
preparare una buona cenetta con 15 eurini!

lunedì 24 maggio 2010

E sono arrivati anche per me: PREMI!!!!!






Per prima cosa buongiorno e buon inizio settimana a tutte!
Il bel tempo sembra sia arrivato e che voglia essere pure stab... sssssssssssssh!
no va, non diciamolo troppo forte, non si sa mai!
Comunque, venendo a noi, è già da un pò (TROPPO!) tempo che dovevo scrivere questo post e allora lo faccio!!
Non sapete con che emozione grandissima...
Ragazzi.... PEREPEPPEPPEPPE'!
Ho ricevuto per la prima volta da quando ho aperto questo blog dei meravigliosi premi! Di sicuro quando ho iniziato, non mi sarei mai aspettata tanto successo!
Non saprei descrivere la gioia, la sorpresa e l'emozione nell'aver ricevuto l'avviso di andarli a ritirare... e ho anche avuto il sollecito, perchè non ME NE SONO NEPPURE ACCORTA SUBITO!
CHE TESTA DI RAPA! MA SAPETE ERA PROPRIO LA SETTIMANA IN CUI ERO PRESA DAL CUCINARE DA EATALY E QUINDI LATITAVO DAL BLOG e non avevo nemmeno letto i commenti al post... e sì è dovuta venire a scrivermelo due volte, anche perchè proprio non me lo aspettavo, davvero!
Li meriterò?!  :-/ Mah.. intanto li accetto con piacere ;;)
E poi da lei... quella donna meravigliosa, che ci fa sempre emozionare e sognare con il suo personalissimo stile, A MIO AVVISO DAVVERO unico ed inimitabile quando scrive i suoi post!
E già, parlo proprio di lei avevate capito vero, niente di meno che di LADY BOHEME, e così adesso capite anche meglio il perchè della mia emozione?
Sì, per me è stata davvero motivo di grande soddisfazione :) e direi di doppio orgoglio ;) ricevere questi premi e poi da lei !!!! Grazie Lady! :-*
Approfitto di questo post per ringraziare anche tutti voi che passate di qui ogni giorno, lasciate i vostri commenti, vi soffermate a leggere o semplicemente a curiosare tra queste mie pagine! Ad oggi conto ben 77 lettori, più di 1800 visite ed oltre 5000 pagine... di sicuro non mi sarei mai e poi mai aspettata una cosa del genere quando ho aperto questo spazio virtuale!
Inoltre ho scoperto con piacere e sorpresa che il mondo dei food-blogger è davvero ricco di suggerimenti, amicizie, spunti e scambi piacevolissimi!
Siccome credo, DAL PIU' PROFONDO DEL MIO CUORE, che la gioia sia contagiosa e vada condivisa per fare in modo che si moltiplichi, perchè non bisogna tenere nulla egoisticamante solo per se stessi... allora...
così come ho ricevuto e gioito di questi premi, voglio condividerli con voi e donarli a VOI CARE AMICHE DI BLOG! Grazie di cuore per tutto ciò che mi avete donato, insegnato e suggerito in questi mesi, in cui ho scoperto così tante cose che non sapevo e ricevuto stimoli di cui nemmeno immaginavo l'esistenza! GRAZIE, GRAZIE, GRAZIE! DAVVERO!
Ed allora, in rigoroso ordine alfabetico, eccoli qui tutti pronti per voi, SOLO DA RITIRARE:

Chamki di La mia cucina in India
Cri di Lo specchio ti riflette
Deborah di Il sapore del verde
Francy di Nel cuore dei sapori
Luca&Sabrina di Sapori diVini
Mammazan di A tavola con Mammazan
Marie de Nella cucina di Marie
Pinella di I dolci di Pinella
Twostella di Nel giardino dei ciliegi
UnaZebrApois di UnaZebrApois


giovedì 20 maggio 2010

Miniquiche agli asparagi

Forse l'avevo già scritto altre volte, mi piace un sacco cucinare, ma se c'è una cosa che detesto è dover buttare o sprecare il cibo, per cui di frequente mi ritrovo ad elaborare delle ricette con gli ingredienti che "trovo" nel frigo, spesso ricco di avanzi dei pasti precedenti! Questo non vuole affatto dire che non si possano inventare delle ricette carine... anzi! 
Bè queste miniquiche sono PROPRIO il frutto di un mio svuota-frigo, e sapete, con pochi avanzi a volte...
Avevo alcuni asparagi già sbollentati, dei cipollotti, un pò di ricotta di pecora, della fontina, e qualche fettina di porchetta avanzata, in più avevo appena comprato un magico attrezzino a cui ho fatto il filo per un pò... sapete quelle stupidate che però DOVETE AVERE A TUTTI I COSTI?!
Ecco per me è stato così con l'attrezzino per fare le losanghe sulla sfoglia!
Appena l'ho visto da Eataly... è stato amore a prima vista! 
E... me lo son comprato subito!
Quanto mi basta poco a volte, eh? 
Allora mi ero anche incaponita che dovevo assolutamente provarlo (e quando mi incaponisco io ragazzi...) non ho proprio resistito e alla fine sono nate queste qui:


La mia prima miniquiche con le losanghe


Un partcolare...


Facciamo due va...

Bè di certo non sono venute perfette, tutt'altro,  ma devo dire che almeno erano discretamente buone! E poi in fondo alla fine è stata una prova, anche per capire come fare ad usare questo attrezzino! La prossima volta saranno meglio, no? :)
Eccovi la ricettina, facile, anzi facilissima:

Ingredienti:
Un rotolo di sfoglia già pronto
una dozzina di asparagi già sbollentati
un paio di fette di porchetta
2 cipollotti
100 gr di ricotta di pecora
100 gr panna da cucina
1 mozzarella piccola
60 gr parmigiano grattuggiato
50 gr di fontina (o simile)
3 uova
mezzo bicchiere di vino bianco secco
noce moscata (sapete che ce la ficco dappertutto io :P)
sale e pepe qb

Procedimento:
Rivestite 6 stampini da tartelletta con la sfoglia e tenetene da parte metà per la copertura.
Intanto soffriggete i cipollotti affettati con i gambi degli asparagi tenendone da parte le punte. Una volta rosolati bene, sfumate con poco vino bianco e regolate di sale e pepe a piacere. In una capace terrina sbattete le uova e incorporatevi la ricotta, il parmigiano e la porchetta, la mozzarella e la fontina tagliate a pezzetti ed infine un pò di panna da cucina. Unite ancora i gambi degli asparagi e la noce moscata. Con l'aiuto di un cucchiaio riempite le tartellette con il composto e alla fine adagiate delicatamente sulla superficie 2 punte di asparagi per ciascuna tartelletta. Ora tagliate la sfoglia con l'attrezzo per le losanghe ed infine chiudete delicatamente facendo aderire bene i bordi di ogni stampino.
Infornate a 180°C per circa 30 minuti, a seconda del vostro forno, (in ogni caso finchè risultino dorate) e servitele calde!
Alla fine con queste dosi io ne ho ottenute 6!

lunedì 17 maggio 2010

Cheese cake al cioccolato



Avete presente cosa succede nel mio cervellino quando devo preparare una cena per qualcuno? NO?!? 


Bene, allora ve lo racconto... 

mercoledì 12 maggio 2010

Pane con salvia miele e pecorino

Questa settimana sono un pò in fibrillazione! Devo ammettere che sono anche un pò agitata, è vero non sto più nella pelle, il tempo scorre velocemente e oramai manca poco... a cosa direte voi? :-/
E da un pò che ci penso e mi sto preparando!

Bè ora però ve lo dico: il prossimo martedì e mercoledì 18 e 19 maggio, cucinerò in un posto davvero speciale, un posto che adoro, in cui vado spesso e da cui una volta entrata faccio sempre fatica ad uscire... ho già fatto i sopralluoghi del caso per visionare la cucina in cui dovrò "armeggiare" e non vi dico l'emozione al sol pensiero... perchè di certo non mi ricapiterà mai più nella vita un'occasione del genere! Ebbene sì, cucinerò proprio qui, da Eataly:


Meraviglia vero?!
Saranno due serate, con 100 coperti ciascuna da preparare! 
Il menù è già deciso, ma volevo fare ancora qualche prova preliminare prima dell'esordio! Gulp! Meglio se non ci penso troppo altrimenti la tachicardia mi aumenta di brutto!
Nella seconda serata ci sarà anche questo pane, che ho già fatto infinite volte, ma ho voluto provare a rifare in questi giorni. La riprova del 9?!
Personalmente lo trovo semplicemente delizioso :P, provatelo anche voi, la ricetta è semplicissima! Rimane morbidissimo, anche per una settimana ed ha un sapore unico! L'ho fatto lievitare circa 2 ore, poi ho sgonfiato l'impasto ed è rilievitato per altre 2. L'interno era così:



Ed ora eccovi le dosi che ho utilizzato:

Ingredienti:
500 gr farina
15 gr lievito
1 cucchiaino zucchero
60 gr pecorino grattugiato
30 gr miele di acacia
7-8 foglie di salvia
olio extravergine
sale

Ovviamente, colgo l'occasione per dire che, tutte le persone che saranno a Torino martedì e mercoledì prossimo e vorranno venire da Eataly, sono le benvenute! :X

lunedì 10 maggio 2010

Decori col caramello!


Ragazzi, quanto mi diverto a pasticciare con ste robe! 
Ho scoperto che è proprio divertentissimo "giocare" col caramello!
Gli si può dare infinite forme e con un pò di pazienza si creano effetti molto carini.

domenica 9 maggio 2010

Una SPECIALE rosa rossa...per la festa della mamma!

LA PANNA COTTA CON COULISSE DI FRAGOLE



Questo dolce davvero semplicissimo da preparare, voglio oggi dedicarlo a tutte le mamme, quelle giovani e quelle anziane, le mamme casalinghe e quelle che lavorano, le burbere e le dolci, le perfettine e le pasticcione, le super-organizzate e quelle sempre affannate, a tutte insomma perchè comunque sia... UNA MAMMA E' UNA MAMMA!
Consentitemi un augurio speciale ed un grazie di cuore alla mia mamma, per il suo infinito amore, per la sua dedizione, per tutte le cose speciali che da lei ho imparato, per l'amore grande che mi vuole, con cui mi ha corretto, guidato, sostenuto nella mia vita.
Ora che son mamma a mia volta, capisco molte cose...
Grazie di esistere mamma ti voglio bene!
E a tutte voi mamme che passate di qui, magari per caso e mi leggete... buona festa.
A VOLTE DIAMO PER SCONTATO LA GRANDE RICCHEZZA CHE SONO I NOSTRI FIGLI!
Beh, NON FACCIAMOLO MAI (lo dico prima a me stessa ), poichè pur nella fatica (a volte) di crescere un figlio, non c'è gioia più grande al mondo!

Bene, ed ora veniamo alla mia pseudo ricetta della panna cotta:

venerdì 7 maggio 2010

Coupelle di parmigiano con verdure


Coupelle di parmigano con verdure
Due giorni fa sono venuti degli amici a cena e per me è sempre una gioia immensa potermi mettere ai fornelli, perchè... non c'è niente da fare, spiattellare mi rende davvero felice!
Ora, grazie a questa cena speciale, ho pronti anche un sacco di post per voi, per cui preparatevi!

mercoledì 5 maggio 2010

Cake banana arancia e cioccolato

Quando gli amici conoscono la tua passione per la cucina… pare scontato che ti regalino qualcosa di attinente?! 
Certo che no! 
Infatti per il mio compleanno, passato da poco, ho giusto ricevuto un fantastico tris di contenitori della Silkomat: per cioccolatini, per muffin, e per una bella torta a forma di girasole! Grazie
Il regalo è stato accompagnato da codeste parole:
”Any, ti abbiamo fatto un regalo poco poco interessato, eh?!”
Bè in realtà io ne son stata felicissima, perché come tutti i foodblogger sanno benissimo, non c’è soddisfazione maggiore del cucinare e condividere con gli amici la nostra passione, no?
Ovviamente la prima cosa che ho fatto è stata testare subito, almeno una delle forme, quella girasole!
Ed ecco l’esperimento:
ho pensato ad una torta che di solito faccio per le nostre colazioni, tutti la trovano davvero squisita, ma onestamente... ci credo è UNA VERA E PROPRIA BOMBA CALORICA!!!
La ricetta è di un giovane pasticcere piemontese, Fabrizio Galla.
Eccovela:




Ingredienti:
120 gr burro fuso
350 gr zucchero
150 gr panna liquida fresca
scorza grattugiata di 1arancia
5 uova
7 gr lievito per torte
300 gr farina
1 banana a pezzi
200 gr cioccolato tritato (ho usato gli avanzi delle uova di Pasqua che, mi paiono eterni, ma finiranno?)
1 pizzico di sale

Procedimento:
Riunire nel mixer (io nel Bimby) zucchero uova, sale, scorza d'arancia grattuggiata, banane, panna e burro fuso. Aggiungere la farina ed il lievito setacciati e frullare a bassa velocità. Aggiungere infine i pezzetti di cioccolato ed amalgamare ancora per pochi secondi a bassa velocità. Versare il composto in uno stampo ed infornare per 40 minuti circa a 180°C . A raffreddamento avvenuto, spolverizzare a piacere con zucchero a velo.

NOTE PERSONALI:
Nel mio caso ho dovuto allungare di quasi 15 minuti la cottura, non so se a causa della mia inesperienza con gli stampi in silicone, ma di solito con i soliti stampi “conduttori” che utilizzo, 40 minuti nel mio forno sono sufficienti.
Qualcuno mi sa dire se è normale, o sbaglio qualcosa?
Suggerimenti? Grazie in anticipo a chi me li darà.

lunedì 3 maggio 2010

Crostata di pere al cioccolato

Ho capito ho capito....
Questa crostata è decisamente la preferita di mio marito!
Oramai sapete tutti che non sono una grande fans dei dolci, :( per quanto mi piaccia moltissimo prepararli!
Per cui quando devo prepararne uno, a casa chiedo consiglio al golosone di famiglia, anche perchè è poi lui che lo deve mangiare, anche se devo dire che il mio cucciolotto si difende molto bene, dall'alto dei suoi 2 annetti!

Bene, la faccio breve, sono settimane che me la smena con il riciclare le uova di Pasqua che poi vanno a male (vergogna?! Sono ancora in frigo!!!) ed eccoti che scatta il domandone:
"Amore e se per riciclare tutte quelle uova di Pasqua avanzate tu mi facessi :) una bella crostata di pere al cioccolato??!"

Oh, sempre quella mi chiede eh, sempre quella! Fammi cambiare una volta no?
E va bene eccola qui:


Ingredienti:
Per la frolla:
200 gr farina
100 gr zucchero
100 gr burro
2 tuorli
scorza grattugiata di mezzo limone
1 pizzico di sale
Per la crema pasticcera:
3 tuorli
6 cucchiai di zucchero
3 cucchiai di farina
1/2 litro di latte
1 pizzico di cannella
per il ripieno:
100 gr di amaretti sbriciolati
4-5 pere williams mature
1 cucchiaio di zucchero
40 gr burro
1 pizzico di cannella
Per la copertura al cioccolato:
300 gr di cioccolato fondente (io ho usato le uova di Pasqua avanzate)
100 ml di panna liquida

Procedimento:
Disporre la farina a fontana su una spianatoia, aggiungere il burro fuso, lo zucchero i tuorli e lavorare velocemente. Fare una palla, avvolgere nella pellicola e lasciare riposare mezz'oretta in frigo.
Nel frattempo cuocere la crema pasticcera sbattendo prima i tuorli con lo zucchero e la cannella, poi la farina setacciata ed infine il latte caldo, io di solito lo scaldo al microonde, che sia ben caldo, così la crema pasticcera cuoce poi in un attimo!
Ponete una casseruola su fuoco basso e girate la crema finchè non sia piuttosto densa (in questo caso non troppo, perchè  cuocerà poi già in forno).
Sbucciate e tagliate a tocchetti le pere e ponetele in un pentolino con un cucchiaio di zucchero e poco burro, fino a farle caramellare un pochino poi togliete subito dal fuoco.
Tritate gli amaretti e dopo aver steso la frolla nel vostro stampo da crostata, foderate prima il fondo con gli amaretti sbriciolati e poi aggiungete il ripieno formato dalla crema pasticcera con insieme le pere.
Ponete in forno a 180°C per circa 50 minuti o finchè la superficie sarà ben colorita.
Una volta raffreddata la crostata coprite col cioccolato sciolto precedentemente con la panna.

Che ne dite la prendete una fetta?!

Con questa mia ricetta partecipo con piacere all'iniziativa di Genny la torta della bontà:



ed anche alla prima raccolta di Blog di cucina:






Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

stampa il post

Print Friendly and PDF