giovedì 26 luglio 2012

Gelato cremoso al panettone e perfetto amore

Chi mi conosce bene sa che non sono particolarmente amante dei dolci, ma al gelato... non so proprio resistere e difficilmente riesco a dir di no a chi mi offre una golosa coppa di gelato, specialmente se il gelato è di quelli buoni: artigianali o preparati in casa!
E poi diciamocelo, in estate il gelato è un vero must, anche se a dire il vero, noi non lo disdegnamo nemmeno in pieno inverno! 
Il vantaggio di avere la gelatiera in questo caso è notevole, ma anche se in modo un pò più laborioso, si può ottenere un ottimo gelato fatto in casa, anche senza.
La mia ricetta di oggi è stata pensata per il Contest de "L'Insolito Gelato" di Loison a cui sono stata invitata a partecipare e a cui ho aderito con immenso piacere.
Chiunque di voi abbia avuto occasione di degustare qualsiasi prodotto Loison, converrà con me che l'eccellente qualità delle materie prime utilizzate, la cura, l'amore e la passione di questi pasticceri, si percepiscono in ogni singolo dettaglio! 
A cominciare dalle confezioni dei prodotti, per arrivare alle brochure, per finire ovviamente in bellezza, con il gusto paradisiaco di ogni singolo prodotto, fino al più piccolo dolcetto!
E' per questo che per me è sempre un piacere collaborare con loro.
Il panettone che mi è stato inviato e con cui ho scelto di realizzare la ricetta del mio insolito gelato, è quello all'amarena
E vi assicuro che quel panettone si fa mangiare in qualsiasi momento dell'anno perchè è una vera delizia!
Il motivo della scelta è stato semplice:
il piccolo di casa va pazzo per le amarene e le mamme come possono non accontentare e far felici i loro pargoli?
Questa che vedete sotto in foto è stata dunque la sua, ehm, ehm ok lo ammetto, la NOSTRA, merenda di qualche giorno fa. Degustata devo ammettere con immensa soddisfazione!
E qui si mangia, tutto, ma proprio tutto sapete?? Contenitore e contenuto!
Perchè finito il gelato non si lecca solo la coppetta... la si mangia proprio... mmmh


lunedì 23 luglio 2012

Pane a cassetta a lievitazione naturale con latte, noci e nocciole (da una ricetta di Sara Papa)

Che io sia stata stregata dal lievito madre, forse ormai l'avrete capito!
Almeno i lettori più fedeli di questo blog sanno quanto cuore e passione io metta in ogni ricetta di questo genere.
E i motivi li ho già più volte spiegati, per cui non mi dilungherò ulteriormente!
I più curiosi di voi che si fossero persi qualche pezzetto della storia strada facendo, possono se lo desiderano, recuperare leggendo qui, qui, e qui dove troveranno il riassunto delle puntate precedenti ^__^
Devo dire però che questa volta la colpa è stata tutta di Morena... (colpa in senso buono ovviamente, anche perchè Morena è una persona stupenda, che ho avuto la fortuna di conoscere personalmente, che ammiro e stimo moltissimo e con cui ho scoperto d'avere tante affinità)
Eh, sì non appena ho visto questo pane da lei, avendo anche io quel meraviglioso libro di Sara Papa, ho dovuto replicare alla velocità della luce questo morbidissimo pane a lievitazione naturale. 
Ho fatto anche una piccola variazione rispetto alla ricetta originale di Sara Papa.
Non ho messo solo le noci, ho aggiunto pure qualche nocciola che avevo a disposizione.
Tutto normale direte voi.
Mmmh, non fosse che ci ho provato con quel santo e benedetto LM (lievito madre) di Paoletta ed Adriano, i miei due Maestri e benefattori che me lo hanno donato, peccato che era stato rinfrescato e poi abbandonato in frigo per quasi 3 settimane... 
Ardua sfida la mia, lo so, e sinceramente stavolta pensavo proprio di perdere: ma lo sapete sono testarda io e oramai avevo in testa di fare quel pane...
ai limiti dell'impossibile.
E invece, sapete come è andata a finire???
Che non credevo ai miei occhi, dopo questo a mio avviso miracoloso risveglio guardate qui:


lunedì 16 luglio 2012

Fette biscottate con lievito madre o un panbrioches delizioso?

Porcellane e tessuti GreenGate
Il lievito madre continua a darmi grandissime soddisfazioni, e con i lievitati dolci, a mio avviso è davvero un portento! 
Sono proprio soddisfatta del risultato, considerato poi che è stato il mio primo esperimento "dolce"...
Non saprei proprio dirvi se preferisco questo panbrioches accompagnato da una marmellata fatta in casa (o mangiato anche semplicemente da solo così com'è) o se lo preferisco in versione tostata!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

stampa il post

Print Friendly and PDF